Cara Luisa via Roma, grazie ma declino l’invito.

Perdonatemi, ma questa volta non ci sto. Probabilmente, questo sarà il modo più consono per inimicarmi una delle boutique più importanti d’Italia e con essa molti tra i bloggers più conosciuti, ma ritengo sia arrivato il momento di essere sinceri e spiegarvi a cuore aperto il motivo delle mie parole. Il blogging, del resto, nasce come forma di diario, una sorta di pagine virtuali atte a rendere pubblico tutto ciò che vi avrei detto a quattrocchi, se solo voi fosse stati miei amici/conoscenti nella vita reale. Invece ci ritroviamo qui, voi chiedete ed io rispondo. Con sincerità. E poi, c’è da aggiungere, “verba volant, scripta manent”. Quindi perchè non mettere nero su bianco il vero motivo per cui ho scelto di non presenziare al celeberrimo Pink Carpet?

 

Cara Luisa via Roma, grazie. Ma declino l’invito.

Innanzitutto vi dico, l’invito è su richiesta. Tu richiedi, loro inviano. Sempre se ti ritengono adeguato. Ma i bloggers non sono tutti uguali. Ci sono quelli very important, i VIP, quelli che fanno gossip, notizia, pubblicità. E poi ci sono gli altri, coloro che devono far numero, folla, confusione, necessari per rendere unico e ambito un party. Numeri, non persone. E mentre i VIP presenziano con fidanzati, mariti e comitive di amici al seguito che si inebriano di Dom Perignòn a spese di Luisa, i numeri devono andar soli. Per loro non è previsto un accompagnatore come in tutti i party del mondo. Non funziona come il Red Carpet, perchè questo non è red ma pink. Perciò, se hai un amico/fratello/marito/fidanzato, lui resta fuori ad aspettarti. O in hotel, naturalmente pagato da te, insieme al volo/treno che hai dovuto prendere. E nel frattempo, i vip continuano a bere champagne con il gruppetto di amici che li accompagnano all’insegna di un pazzo pazzo divertimento. Perchè loro sono i vip’s friends, quindi non proprio vip ma sulla buona strada per diventarlo. Mi riterrete sarcastica, probabilmente un po’ avvilita, ma Io sono Io, una persona non un numero. E non ci sto, non faccio parte di questo circo, una volta basta e avanza. Cara Luisa via Roma, è vero che non tutti i blogs sono uguali, è vero che non tutti hanno le stesse visite di Bryan Boy, ma se organizzi un party i tuoi ospiti devono avere lo stesso trattamento. Non esistono ospiti di serie A e ospiti di serie B. Se non lo sapessi, queste sono le regole non scritte del buon gusto e del galateo. Con Amore.

87 Comments

  • Syrious scrive:

    Cara Laura,
    come non essere d’accordo? 😀
    insomma sul fatto che Luisa sia una dei Luxury shop on-line più completi ed efficienti non si discute minimanente ma ciò che hai scritto è decisamente vero e lo condivido pienamente anche perchè noi ci siamo stati e quindi possiamo TRANQUILLAMENTE affermarlo. Anzi potrebbe essere un post/consiglio da inviare direttamente allo Staff!
    un bacione

    Syriously in Fashion
    Syriously Facebook Page

  • Sei una grande! Condivido pienamente!

  • PinkFox scrive:

    hai confermato ogni mio dubbio e perplessità su questo grande party… tanto atteso dalle fashioniste…
    leggere questo post e notare lo sponsor, non ha prezzo….

  • MayLoveFashion scrive:

    Quanto è vero quello che hai scritto, io ci sono stata sabato sera, e anche altre due volte, no quello del dress code animalier, tu pensa laura la prima volta, luisaviaroma+polyvore e il secondo firenze4ever, sono riuscita a far entrare il mio ragazzo senza problema, ho lasciato l’invito e lui dietro di me molto tranquillamente è entrato, no perchè fosse felice di venire ma da buono fidanzato ,dato che all’inizio non conoscevo nessuno mi faceva compagnia e mi scattava le foto, questa volta mi ero organizzata con un’altra ragazza, ma io l’ho detto fin dal primo evento che sono andata non è nessun party esclusivo, perchè invitano proprio tutti tutti, non fanno una scrematura, vedi me per esempio ;-), sono molto sincera.

  • Sono felice che condividiate con me questo pensiero. @Syrious tu eri con me, e lo sai meglio di me come sono andate le cose. Quello che ho scritto, l’ho già detto allo staff la scorsa volta, ma evidentemente è la loro politica. Lo sponsor ha un fine commerciale, ma sinceramente sto pensando di rimuoverlo.

  • Stimo te e le altre come Vale di ZAGU, che avete scritto la verità sulla vostra assenza e non inventando scuse di influenze, esami, ecc ecc!!!
    CHEAP AND GLAMOUR

  • Giada scrive:

    ti stimo tantissimo!!!! e ti dirò, ho trovato per caso il tuo blog, ma da ora, sono tua follower!!! baci, Giada.
    http://myfashionmode-giada.blogspot.com/

  • Diana scrive:

    Ciao!
    Ti seguo da parecchio, ma sono una blogger un pò atipica.
    Fantastico quello che scrivi! Condivido tutto tuttissimo!
    …e poi che squallore…scrivere per poter ricevere l’invito…invitati Very Importan e plebe. Una forma di (tolleratemi il termine forte) razzismo direi…di lusso ma trattasi di quello! :)
    Smack cara!!

  • Shoegal scrive:

    Parole sante, hai fatto bene a pubblicarle, nero su bianco!

  • divalady scrive:

    Ciao!!! Quello che scrivi è molto giusto e apprezzo di più una persona come te che un “numero” che si presta a queste cose!!!
    Però se è questo quello che pensi a rigor di logica va cancellato anche il logo dello sponsor che hai qui di fianco altrimenti quel che dici non ha senso!!!

  • @divalady…Lo sponsor ha valore esclusivamente commerciale per me, ma sto pensando di rimuoverlo…non so ancora, vedremo!

  • Cristina L scrive:

    Condivido pienamente. Io neanche invio la richiesta per farmi invitare, semplicemente non amo questo genere di eventi dove si va a fare “pollaio”.

    Un bacione.

    http://fashionismyway.blogspot.com/

  • Domenico scrive:

    Già scritto su Facebook che ti stimo. Lo ribadisco qui! TI STIMO. E’ il solito meccanismo di incentivazione dei più forti (in questo caso dei più conosciuti). Ottimo post!

    Domenico.

  • alicevr scrive:

    Io non sono andata per lo stesso motivo. Ho scoperto da un ragazzo che l’invito bisognava richiederlo, e pazienza, ma pensavo che ci fosse poi lo shooting dedicato a tutti. Quando ho scoperto che invece lo shooting lo facevano solo i “soliti noti” e che non si poteva essere accompagnati ho pensato.. ma chi me lo fa fare di spendere i soldi di treno e hotel? E me ne sono rimasta a casa. Uno vale l’altro? Allora anche no.

  • k come karolina scrive:

    E dopo questo hai la mia stima!

    xoxo from Rome
    K.
    http://kcomekarolina.com/

  • Condivido pienamente quello che dici!!!

  • Martina scrive:

    Hai perfettamente ragione, sinceramente non avevo ancora capito come funzionasse ma ora mi è chiaro tutto!

  • Rock'n'Mode scrive:

    Mi hai tolto le parole di bocca…anch’io, a chi mi ha chiesto se sarei andata o meno, ho risposto”Una basta e avanza” e a me è bastata. Tra l’altro…quelli di LuisaViaRoma al party dov’erano? Dovevamo solo far numero e pubblicità in massa a spese nostre? Ma anche ciao.
    Bacini cara ^_^
    Lau

  • Arstcrylique scrive:

    Condivido totalmente. Sono andata a uno dei loro party l’anno scorso e dopo dieci minuti sarei voluta fuggire, poi per fortuna ho trovato una fantastica blogger con la quale ho passato la serata a chiacchierare.
    Trovo abbastanza ridicolo e triste come molti si emozionino per essere stati invitati e giochino il ruolo dei vips solo perché presenziano ad una festicciola che è palesemente marketing.
    Lo Style Lab è una cosa carina, ma la festa in sé è inutile e circense.
    E davvero, vedere le foto e leggere status su Facebook &co. di gente che si dà delle arie perché gli hanno mandato l’invito, mi fa tenerezza.
    Bel post, brava Laura e grazie per avere avuto la voglia di esprimere un parere da molti condiviso, ma di cui pochi o nessuno (me compresa) aveva voglia di scrivere.

    Sara Ottavia C.

  • Gran bella riflessione! Finalmente Idee, sincerità, un po’ di cervello e non solo outfit! COMPLIMENTI

  • Anonymous scrive:

    Sono assolutamente con te!

  • Anonymous scrive:

    Sei nel giusto! e dici solo una minima parte della realtà… Luisaviaroma fa mille altri “giochetti” …. ci sarebbe da scrivere un libro, altro che post!

  • Complimenti, appoggio la tua decisione e la tua posizione coraggiosa.
    Brava!

  • Anonymous scrive:

    Grande. Hai il mio supporto!
    S.

  • Anonymous scrive:

    Ciao Laura, sono Anastasia di Girlpower. Bel post, ti segnalo che ti abbiamo citato qui
    http://www.girlpower.it/network/fashion-blogger/firenze4ever-e-luisa-via-roma-uno-sguardo-critico.html

    Ciao!!

  • Anonymous scrive:

    a me sembra che questi party siano il trionfo del cattivo gusto
    e i blogger di serie a sono usati per fare pubblicità a poco prezzo, non vi vedo niente di esclusivo
    ah poi vorrei sapere se gli abiti, le scarpe e tutto il resto indossato dai blogger finito il party tornano sugli appendini del negozio venduti praticamente usati a prezzo pieno, domanda lecita direi

  • Biankaneve scrive:

    hai ragione.
    Io sono una blogger da poco e non mi interessano proprio questi party assurdi.
    Ma hai ragione, il buon gusto e l’educazione prima di tutto.
    Elena

  • roberta scrive:

    oooohhhhh bellissimo post!!! Brava, complimenti! Io ho un blog, ma sinceramente non mi sono mai chiesta come facessero gli altri blogger a partecipare a questi party… perchè tanto, non ci sarei andata! 😀

    che cafonata, comunque!!!

    Roberta

    sweetpinkmacaron.blogspot.com

  • Le FreakS scrive:

    il tuo post sta facendo scalpore ihihih…ma hai perfettamente ragione! credo che molte persone che vanno al party neanche si rendono conto di tutto ciò…vip esclusi, gli altri stanno lì solo per fare numero! l’unica soluzione per conciliare le due cose, secondo me, è esserne almeno consapevoli: nel senso che se uno va sapendo che tanto non conta nulla, in cambio ottiene comunque un po’ di visibilità, quindi bene o male ho avuto il suo tornaconto….però non è che sia una cosa di cui vantarsi 😉 per il resto hai perfettamente ragione, spendere soldi per viaggio e alloggio, dover andare da soli…insomma, ma ne vale veramente la pena?

    http://www.lefreaks.com

  • The Chic Etoile scrive:

    Ciao Laura!!!!
    Come quasi ogni giorno,stavo spulciando il tuo blog e mi trovo a leggere questo articolo. Anche io avevo ricevuto l’invito per l’evento (ma ho declinato),tuttavia non sapevo che alla base ci fossero tutte queste differenze di trattamento.
    Non è sicuramente carino…e tuttavia aggiungerei che non si tratta di un caso a se stante…penso che ormai in ogni circostanza vengano fatte queste differenze…ed è un po avvilente!!! Sempre le stesse facce …Non trovi???

    BACI
    FRANCESCA

    http://thechicetoile.blogspot.com/

  • Ragazzi l’intento non era fare scalpore, neanche me lo aspettavo. Ma mi è stato chiesto il perchè non sono andata e volevo dire la mia. Sono abituata a ragionare, ad avere un cervello e ne sono fiera. Aldilà della partecipazione ad un evento che abbia il solo scopo di aumentare le mie visite per un giorno. Non mi vendo mai. Grazie a tutti di cuore.

  • Robilandia scrive:

    Laura devi ringraziare il cielo ogni sera di non appartenere alla stessa categoria di Brian E’sempreCarnevale Boy e Chiara OttoMilioniDiVisiteAlMinuto Ferragni. Ma insomma… Chi è che davvero si lascia consigliare in fatto di stile da due che sembrano appena usciti da una puntata di “Ma non ti vergogni?”
    Per dinci….

    Robi

  • Ilaria Tomasso scrive:

    Quando ho letto questo post ci sono rimasta malissimo. Pensavo che il party di LuisaViaRoma fosse un qualcosa di epico ed invece è tutt’altro. Non sapevo si dovesse richiedere di partecipare nè tantomeno che la gente fosse trattata in maniera diversa solo ed esclusivamente in base alle visite. Tanto meglio così almeno il mio desiderio di andarci non si tramuterà in delusione. Grazie delle chiarificazioni! :)

    Destination Moi

  • Audrey scrive:

    Sei una grande. Leggere finalmente delle opinioni, anche se diverse da quelle della massa, sarebbe il vero senso di un blog. Purtroppo la “serie A e la serie B” esistono da sempre ed in ogni ambito, ma non basta lamentarsene, se poi non si prende una posizione. tu l’hai fatto e per questo oggi ti ammiro ancora più di ieri. Un abbraccio
    audrey

  • ecofashionist scrive:

    per fortuna c’è ancora qualcuno non parla per dar aria alla bocca! Grazie per aver condiviso il tuo pensiero….

    http://www.ecofashionlifestyle.com

  • Gramigna scrive:

    sono veramente contenta di leggere queste parole sai?Tu sei l’unica fashion blogger che leggo con piacere :) sono una blogger anche io e so quello che c’è dietro a molte cose infatti questi party li sopporto bene poco :) mi congratulo con te di cuore

  • Gramigna scrive:

    ed ora condivido questo post sulla mia pagina facebook :)

  • Freckles scrive:

    Davvero complimenti per l’articolo!!! se ti va passa anche da me 😀 un abbraccio

  • Irene° scrive:

    Ciao Laura, pensa, scrissi un post molto simile a questo lo scorso inverno, mi pare fosse il firenze4ever..cmq sia una diqueste pagliacciate, sono felice di leggere il tuo articolo, ed a quanto pare sempre meno blogger abboccano all’amo!

  • Miss Makeup scrive:

    Grandeee!!!! Non solo condivido, ma rabbrividisco al solo pensiero che molte blogger pur essendo trattate come ospiti di serie B, fanno di tutto e scalpitano per essere invitate a qst eventi??? perchè? semplicemente per dire…io c’ero…e magari sperando di essere paparazzate per far salire le visite del loro blog… nemmeno io ci sto…e preferisco avere poche visite…ma buone! 😉 un bacio!

  • luisetta scrive:

    lo avevo già capito, ma confermi di essere GRANDE!!!!

  • Ottavia scrive:

    Questo commento è stato eliminato dall’autore.

  • Anonymous scrive:

    Finalmente una blogger che dice le cose come stanno .. complimenti per il coraggio di svelare i retroscena di questi eventi tanto ambiti. Con affetto
    Chiara

  • MaRa scrive:

    Ti ho appena scoperto e già mi piace un sacco il tuo blog! Sono una tua nuova iscritta!
    ^_^

    Baci!!
    MaRa

    http://thesweetbeauty.blogspot.com

  • Enza scrive:

    Io faccio parte di quella categoria di neo-blogger che devono ancora capire come gira la faccenda. Ammetto che mi affascina questa sorta di cosmo fatto di persone che attraverso il proprio blog ha il piacere di condividere le proprie passioni e la possibilita’ di conoscere gente nuova.
    Pero’, dopo aver letto i classici post glitterati di alcune blogger che sono state all’evento, ieri sera sono incappata nel post della ZUGU. E da li e’ stato loop! Un susseguirsi di post di un’altra fetta di blogger: quelle che sono state li con tantissima ironia e mi hanno illustrato un mondo psichedelico e quelle che hanno declinato l’invito per una causa che condivido nel modo piu’ assoluto. Forse gli autori di qs evento hanno tirato un po’ troppo la corda e adesso devono trovarsi a fare i conti anche con chi dice “Oohh ragazzi svegliatevi, che qui non e’ come penste che sia!!” (ovviamente qst ultimo messaggio era rivolto a me :))

  • Mary.dp scrive:

    grande prova!!!
    brava, hai dimostrato che la moda non è essere belli fuori e vuoti dentro!
    saluti… :)
    mary.dp

  • Anonymous scrive:

    Mi sembra un’iniziativa per disperati! D’altronde sono tanti i blogger ingenui che si ritrovano sfruttati da marchi e negozi e non se ne rendono conto, anzi, sono felicissimi perché pensano di essere diventati importanti. In realtà si trovano a far pubblicità gratis, sfilano agli eventi senza venir pagati, oppure, come in questo caso, vengono usati per fare numero.

    Lily

  • Grazie per aver reso nota questa farloccata.
    Non sapevo…forse perchè non sono abbastanza “vip”!
    Perdio che tristezza!!!!

    Ciao Cara, a presto
    Babysan

  • 4girls scrive:

    Ti stimo mia cara, tutte parole esatte!
    Finalmente esce anche un po’ di sincerità nei blogger oltre al solito entusiasmo per tutti gli eventi!
    Brava!:)

  • Anonymous scrive:

    sarebbe molto interessante sapere se fossi stata quella che beveva dom perignon e che aveva il permesso di portar il fidanzato con camera e viaggio pagato se avresti mai fatto notare questa disparità nel trattamento !

  • @Anonimo 17.19…Credo che chi ha viaggio e champagne neanche si renda conto di tutto questo, probabilmente non lo sanno neanche. Cmq sia, io mi sono trovata la scorsa volta in questa situazione, mi era stato detto che l’invito blogger era per una persona singola ed era così per tutti. Poi, là dentro, mi sono resa conto che non era così. Quindi, questa volta non l’ho neanche richiesto. Mi è stato chiesto il motivo della mia assenza ed ho risposto con un post.

  • Babette scrive:

    è bello vedere come, nonostante tu goda di una posizione bene “in vista” in questo mondo di blogging, tu stia dimostrando prima di tutto di essere una persona assolutamente corretta e con i piedi per terra..
    BRAVA!
    bacetti

  • Se posso Dile… io te lo avevo detto già l’anno scorso che era un evento di pulciari!!!

  • fashion scrive:

    Caspita non lo sapevo che funziona così,che tristezza!Hai fatto benissimo a non andare,GRANDE!!!Kiss

  • chiaweb scrive:

    “se organizzi un party i tuoi ospiti devono avere lo stesso trattamento. Non esistono ospiti di serie A e ospiti di serie B”
    sono completamente d’accordo! Altrimenti non chiamarli ospiti!
    Credo anche che questo post non sia contro gli ospiti che accettano il trattamento “vip” (perché rifiutarlo?!) ma solo un modo per rifiutare con giusta motivazione un invito. Giusto?
    ciao :)
    Chiara
    chiaweb.it

  • Ti seguo da parecchio ma non sono di quelle che ogni giorna lascia un commento, soltanto delle volte. Io non sono mai stata invitata a questi tipo d’eventi, ovviamente perché non sono una VIP sono una blogger di provincia ma non potevo imaginare que succedeva queste cose. Hai raggione non esistono ospiditi di serie A e ospiti di serie B e sono completamente d’accordo con te!

  • lacarli scrive:

    Complimenti! Appoggio in pieno la tua scelta! E vai tranquilla, non ti sei persa l’evento dell’anno!;)

  • Alla fine manco solo io a commentare il “tuo post migliore di sempre”.
    Te l’ho detto oggi al telefono,e voglio ripeterlo qui, cosi tutti possono sapere che: OGGI HAI RAGIONATO DA BLOGGER E NON DA FASHION BLOGGER.
    Sei una con le palle, e lo sappiamo bene, che blogger con le palle ce ne stanno pochi in giro.
    Giuseppe.

  • Potessi ti stringerei la mano.
    Mai post fu più azzeccato!

  • Sabrina scrive:

    Anche io pensavo fosse un bel party! C’è sempre sotto qualcosa!
    Un bel post! Viva la sincerità!

  • Dαddα scrive:

    Spero che questo articolo arrivi ‘ai piani alti’!!!!

  • Giovana scrive:

    Hello!
    The season of autumn/winter 2012 Fashion Rio has started, follow the complete coverage on http://tomaraquecaiaagora.blogspot.com/ and follow if you like!
    XOXO
    Giovana
    facebook.com/tomaraquecaiaagora
    @blogTQCA

  • Giulia scrive:

    Allora perchè all’edizione di giugno hai partecipato se non eri d’accordo ad essere considerata solo un numero ?

    • Giulia, l’ho già spiegato. Innanzitutto, quando ho scoperto come funzionava, ossia che l’invito era valido solo per una persona, avevo già prenotato e pagato vole e hotel. Poi, cmq, mi era stato detto dal press office che la legge valeva per tutti e che l’invito blogger funzionava così. Solo dentro mi sono resa conto di essere stata presa in giro.

  • Anonymous scrive:

    Ai piani alti c’è lo PSICO-BOSS e la sua corte. Niente di che…

  • smilingischic scrive:

    Ciao Laura! Apprezzo la tua schiettezza! 😉 Io sono andata …se hai letto il mio post a riguardo… probabilmente sai già come la penso! Nel mio caso… Lucca – Firenze.. giusto mezz’ora di macchina… ha vinto la curiosità e Giorgino è rimasto a casa mio malgrado!Credo che sia importante tenere i piedi per terra, gli occhi aperti, il cervello in funzione!!!!! Non sono una blogger ingenua, forse un po’ inesperta. Grazie per la tua riflessione. un abbraccio. A presto.

  • Filh scrive:

    E dopo la lettura di questo post,sei diventata la mia blogger preferita.
    Complimenti,e tanta stima!

  • Anonymous scrive:

    Hai fatto una scelta da signora , la vera eleganza è essere indifferente alle persone inutili come i “vip”pulciosi
    baci http://www.the1fashiondiet.wordpress.com

  • Ragazzi grazie, grazie a tutti. Grazie a chi ha letto questo post, a chi si è iscritto, a chi ha messo un like nella mia Fan Page, a chi ha condiviso e ha addirittura scritto delle mie riflessioni. Grazie di cuore. E’ meraviglioso sapere che non solo io la pensavo così.

  • Anonymous scrive:

    ho bisogno del tuo aiuto potresti indicarmi i negozi che vendono jeffrey campbell a catania oltre gigi tropea.?

  • Anonymous scrive:

    Grazie mille è l’unica soluzione oppure andare a Ragusai

  • Anna scrive:

    Ti stimo da morire Laura!! Hai completamente ragione!!!

  • Chemistry scrive:

    Ti stimo! Ecco una che non si abbassa a questi livelli.. come diceva Guinizzelli nella sua canzone “Al cor gentil rempaira sempre Amore” un vile direbbe che è un uomo nobile di nascita, ma lui lo paragona al fango perché la nobiltà non sta in chi è nobile di nascita ma in chi ha il cuore nobile!

  • Stesso motivo per il quale anche io ho deciso di non partecipare. Cosa c’è di fashion in un trashume simile? Hai fatto benissimo secondo me, Laura! E noto che hai tolto anche lo sponsor di LVR :)

    Ti invito a leggere il mio ultimo post, che potrebbe interessarti. Naturalmente sai in quale categoria inserirei il tuo blog, sempre molto curato e attento alla qualità.

    Ti aspetto! Un bacio.

  • Ylenia scrive:

    Ben detto! Mi sei proprio piaciuta! 😉

    ♥ Ylenia ♥
    Fashion Ave
    Facebook Page
    Twitter Page
    fashionave.blog@gmail.com

  • Anonymous scrive:

    Finalmente qualcuno che ha stile e testa allo stesso tempo! :)

  • molto interessante….. molto !
    E c’e’ chi ancora pensa che le fashion bloggers siano tutte bionde coi boccoli e senza cervello, bocconiane d’oobligo non per scelta o attitudine, ciao , non sono una fashion blogger, non so nemmeno io in che categoria mi abbiano inserita, so solo che gli inviti arrivano , quindi da qualche parte saro’, ma non ho mai richiesto un invito lvr, nemmeno sapevo si dovessero richiedere……e mai lo faro’ …
    elena http://www.tuttepazzeperibijoux.com

  • Anonymous scrive:

    Hey there! I could have sworn I’ve been to this blog before but after checking through some of the post I realized it’s new to me.
    Anyhow, I’m definitely happy I found it and I’ll be bookmarking and checking back frequently!
    My page mad hatter costumes

  • michelemoricci scrive:

    Sono approdato su questo blog per caso e sfogliando ho trovato questo articolo. Devo ammettere di aver desiderato a lungo di partecipare ad una serata di LuisaViaRoma. Mi divertiva l’idea di vedere com’era quel tanto atteso evento. Al di là del fatto che l’ho trovato divertente e piacevole nella sua sontuosa semplicità, sono d’accordo sul fattore di essere meno restrittivi e permettere un accompagnatore.

    Il mio blog non è neanche del tutto dedicato alla moda, ma principalmente ai fatti miei. Dopo la mia richiesta un pò per gioco, ho ricevuto l’invito e ne sono stato felice. Per fortuna avevo degli amici che avrebbero partecipato ed è stato un ottimo modo per conoscerne di nuovi e trascorrere una serata insolita all’insegna del rosa.

    Tuttavia sono sincero nel dire che una selezione va fatta. LuisaViaRoma anno dopo anno invita gente a casaccio, una volta tocca ad uno e una volta tocca all’altro. Spesso si vedono veri e propri individui “capitati” per caso alle feste, ma questo è il bello del gioco. Il negozio fa esattamente ciò che dici tu. Ti da un assaggio risicato di vita da VIP e poi ti getta nella mischia. Rimango dell’idea che se la si vive come un’esperienza diversa e divertente valga la pena, anche se ci si deve andare da soli. ^_*

  • Credo che ormai la differenza tra ospiti di tipo A e ospiti di tipo B sia ben notevole. Non solo ai party di Luisa, ma ovunque, nella vita quotidiana!
    Comunque non sapevo fosse su richiesta l’invito.
    Adesso sto troppo ridendo per la mia amica blogger che mi ha fatto tanto sentire una schifezzina dopo mesi dall’ apertura del mio blog, perché ero senza invito.
    Non volevo deviare discorso, ecco che condivido il tuo rifiuto a questo party.

    Un abbraccio,
    Juliette

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*