Chanel: Le Blanc

La pelle è come un vestito bianco, ogni macchia ne rovina il candore.

Le Blanc

Il candore. Di una camicia bianca e pulita e del profumo di bucato. Della luce dai fori delle tapparelle, mentre ci rotoliamo tra le lenzuola. Della delicatezza di un giglio. Delle fragilità che faremmo bene a non nascondere. Del mare quando la città dorme ancora e il sole lo bacia appena.

Delle perle di Chanel a più giri sul collo, morbide, che mai avrei pensato che le avrei spalmate sul viso. Delle nuvole soffici che hanno la forma dei nostri pensieri. Del latte freddo senza caffè. Delle anime innocenti. Dei muri bianchi come tele di un quadro, liberi. Della trasparenza come stato della mente e del cuore. Di quando eravamo bambine e di quella piccola parte che lo è ancora. Di un vestito immacolato e ottico come promessa per sentirsi spose. Dello scintillio. Di tutte le volte in cui ridi e non ci pensi. Della luna piena di chi non dorme. Delle città silenziose. Degli occhi che raccontano, senza fiatare. Dell’amore senza riserve né condizioni. Di un siero che sembra acqua in un pomeriggio di mezza estate.

Il candore della pelle. Luminosa. Luminescente. Come quando Le Blanc.
Mattina e sera.
Sempre.
Tutti i giorni di questa estate.
Per risplendere.
Per riflettere la luce e lasciare che si appoggi sul viso. Sul collo. Sulle mani.
Per eludere ogni macchia.
Che sia sulla pelle. O nell’essenza.

Thanks to @Chanel Press Office.

Tags

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*