Chanel N°5. Un soffio di Marilyn.

Per sentirsi un po’ Marilyn, almeno una volta ci vuole un profumo Chanel. Per odorare di donna e di quella frivolezza che fa bene all’umore e alla salute. Per quella leggerezza che è il profumo della vita e della felicità. Per la civetteria. Perchè sedurre è uno stato della mente, a prescindere dall’essere madri, nonne, sposate, accoppiate, single, donne in carriera, casalinghe, studentesse o scienziate. Per sentirsi semplicemente femmine, che io sceglierei di essere femmina anche se dovessi rinascere zanzara. Per conservarlo su una mensola e sapere che è lì, per le occasioni speciali e per tutte le volte in cui ne si esige l’essenza. Per coccolarsi in una vasca piena di bollicine di una sera qualsiasi o per avvolgersi del suo profumo in una doccia calda di una mattina fredda. Per lasciare una scia quando il vento scompiglia i capelli. La firma, tra i fili di lana di una maglia tricot. Per il desiderio e per tutte le regole dell’attrazione, ferormoni compresi.

In nome di tutte noi, ammaliatrici e ingannevoli. Femminili. Incantevoli e tentatrici. Leggere con intelligenza e intelligenti con leggerezza. Donne.
Bisogna che lo si possegga. Chanel N°5. E che ci sia più Marilyn in ognuna di noi.

Chanel N°5
Le parfum Cheveux
Le Bain Moussant
Le Creme de douche
Le Savon
L’Emulsion Corps
Le Deodorant Vapo
 

Tags

8 Comments

Rispondi a The Vogue Advisor Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*