Dream. Smile. Be Shabby.

Il sogno di una stanza dei trucchi.
L’accumulo dei mascara, uno per ogni tipo d’effetto. Che non so più dove metterli.
La luce, bianca e candida, che pennella di latte e burro ogni cosa.
E quel mobiletto rosa colmo di cassetti, che se fosse mio, saprei bene come riempirlo.
Le scarpe rosa sulla cappelliera e le riviste come sgabellino.
Lavanda e muschio bianco a profumare i cassetti. Di quell’odore che sa di pulito e di Provenza.
Le polaroid sulle dress form.
Pennelli e acque profumate. La maschera per il viso miracolosa. Trucchi, tanti trucchi. Stipati in un organizer che ti fa sentire professional, che di più non si può.
Una miriade di collane appese e gli anelli nella scatola da cucito. Come post-it a ricordare che, la mattina, basta un attimo ad essere chic.
Lo specchio. Colui che ti dice sempre la verità. Anche se non lo chiedi.
L’armadio delle meraviglie. Quello che se lo chiudi, solo tu sai cosa c’è dentro. Ed è tutto il tuo mondo.
E una finestra. Sul mare, su un giardino, su un’immagine. Su tutto ciò che desideri.

Font PBteen/ Lugbuy

4 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*