Finalmente, un venerdì.

 

Finalmente.
Non esiste parola più comune di venerdì. Che poi in quel momento non si pensa che effettivamente arriverà un altro lunedì ed un’altra settimana a seguire. In quel momento è venerdì, solo #venerdì.


Uno qualsiasi, ma un #venerdì. Che conclude. E che la prossima settimana sarà migliore, anche se poi non è vero, ma che importa, l’importante è crederci. Niente diete di #venerdì, perchè quelle iniziano di lunedì. E niente scadenze, che anche a sentir parlare solo di quella dello yogurt in frigorifero viene l’ansia. Però è il giorno adatto per indossare quell’eye liner con i glitter che attende da mesi il momento giusto. Non di sabato perchè sarebbe prevedibile tanto quanto una serata in discoteca, ma a noi ragazze piace di più perchè è la serata per parlare. Quella dedicata all’ascolto, di musica, di amici, di risate, di confidenze. A pochi chilometri da casa, per credersi in vacanza solo perchè ti trovi in un B&B e Taormina non è poi così lontana, di #venerdì. A dispetto di coloro che ripetono da anni che di Venere e di Marte non ci si sposa nè si parte. Io mi sono anche sposata di #venerdì, e come me anche Stefania, una settimana oggi. Perchè io sono sempre stata una friday girl, anche se fino a poco tempo fa neanche lo sapevo cosa significava #FF, eppure lo ero, anche prima dell’avvento di Twitter.
Insomma, #venerdì. Un altro hashtag tra le etichette di questo blog. Quello giusto per raccontarvi un po’. Di me, dei miei pensieri, dell’estate. Per la sensazione di libertà della sveglia che domani non suonerà. E resterò a rotolarmi tra le lenzuola. Finalmente.

Fonts Tumblr

2 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*