Giallo d’inverno, bel tempo si spera.

Non è per essere alla moda, non perchè dobbiamo inseguire gli stili affannosamente e neanche perchè dobbiamo avere ciò che si usa. Non per questo. Semmai, perchè un blazer giallo, un abito, un accessorio, un qualsiasi indumento biondo e radioso, fa risplendere il sole in attesa della primavera. O perchè, per la cromoterapia, è sinonimo di carriera, potere, controllo, libertà di essere sè stessi. E se non vi basta, perchè sta bene con tutto e su tutto, è una pennellata di colore mai scontata che rende audace il conformismo e ardito il convenzionale. Perchè è il nuovo nero, come dicono gli addetti al settore, basta usarlo senza parsimonia nè timore, come scelta d’elezione esordiente tra le cromie che fino ad oggi componevano l’aristocrazia dei toni base dei nostri armadi, al posto di quel blu o di quel grigio che dichiaravano superbamente di essere perfetti ad ogni occasione e di risolvere qualsiasi problema d’abbinamento. Per loro, adesso è tempo di una forzata cassa integrazione. E di lasciare il posto a chi ha aspettato anni prima di un riconoscimento, a chi ha saputo attendere rimanendo per lungo tempo tra i colori concessi solo all’estate.

10 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*