Je suis Jennifer. #teamaniston

jennifer

E venne Marion che lo rubò ad Angelina che lo rubò a Jennifer che al mercato mio padre comprò. (Il fatto quotidiano)

Così capita. Che chi la fa l’aspetti, si dice. E se è vero che noi donne non sappiamo fare team, è anche vero che siamo tutte Jennifer. Jennifer, non Angelina.

Jennifer perché lei si rialza. Perché non siamo perfette e non ce ne vergogniamo. Anzi. Tiriamo fuori le gambe pur avendo la cellulite e sorridiamo anche con un diastema tra gli incisivi. Perché, come lei, ce ne freghiamo se gli zigomi non sono alti quanto dovrebbero e il mento è un po’ appuntito. Perché ci amiamo così, e non ci affidiamo al chirurgo per migliorarci. Perché siamo donne normali. Fiere di esserlo.

E perché non c’è limite a ciò che possiamo ottenere e alla provvidenza. Puntiamo in alto, con le conseguenti delusioni. Lui è troppo bello per me. Starà guardando me? Si, vuole me. Oddio.

Però ci sono le Angeline. Che diciamolo, è pure un brutto nome che fa tanto vecchia zia antipatica. Le Angeline sono belle, perfette, con le tette alte e i glutei sodi, le labbra gonfie come due gommoni. Vanno a letto truccate e la mattina sorridono con i denti già puliti (avranno forse l’omino dello spazzolino che di nascosto glieli lava e mette il lucidalabbra prima che Brad si svegli?). Sono quelle che trovano il tempo per tutto e partoriscono con la messa in piega (non me ne voglia la duchessa di York). Quelle che, sotto l’ala di questo finto perbenismo, sono delle stronze.

Perché noi, semplici Jennifer, in fondo non ci crediamo abbastanza. Lasciamo che Brad se ne vada perché sappiamo che le Angeline sono più belle. Ringraziamo il karma per averlo vissuto, e andiamo avanti.

Con il cuore a pezzi continuiamo a credere nell’amore. A truccarci e a sorridere. A vivere.

E la verità è che dovremmo solo fidarci un po’ più di noi stesse e del destino che Dio vede e provvede. Che il Karma è dalla parte di Jennifer.

Che People l’ha dichiarata la donna più bella del mondo alla faccia di Angelina e i suoi canotti. Che Brad non è che si è innamorato perdutamente perché lei era la donna della sua vita, ma è semplicemente un uomo che davanti a Lara Croft non ha resistito. Che è recidivo perciò è un suo modo di fare. Perché dopo una bella bistecca fumante, vuoi un aragosta e ti piace di più. Ma dopo un po’, pure l’aragosta nausea. E magari vorresti solo un’omelette. Ecco.

Quindi, cara Angelina (e care tutte le Angeline de noartri, Belen compresa) sei vulnerabile pure tu. Ed è inutile che fai la vittima e fai lo sciopero della fame. Ricordati che Jennifer non ha fatto tutto ‘sto casino. Non usciva da casa con i capelli unti e le occhiaie.

Lei sorrideva. Si è rialzata. Anzi non è mai caduta. Perché noi ragazze normali restiamo in equilibrio sempre, anche se siamo in bilico. Noi siamo forti. E bellissime.

Ed è inutile che ora piangi. Abbiamo vinto, non si divide. Chi vince ride. Sorry.

jennifer-1

jennifer-3

jennifer-angelina

jennifer-brad

Credits Tumblr.

5 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*