Just Love (San Valentino)

Ci sono cose che non si possono comprare. E non basta un solo giorno per viverle. Per assaggiarle. E poi ricordarsi di quel profumo per tutta una vita.

I silenzi, occhi negli occhi.
La luce rosa di un tramonto a Santorini.
Le prime volte, tutte. “Sei così bella che mi togli il fiato.”
Quando piove e non lo senti, perchè sei felice.
La storia d’amore di Jhonny e June infilata in un film di cui conosci le battute a memoria, ma non importa.
Le notti fatte per essere vissute e non dormite.
“Buongiorno principessa” dentro ad un messaggio di whats’app seguito da tre-cuori-tre alle nove di una mattina qualunque.
Le mani intrecciate e strette di tutte quelle volte in cui cadi e ti sorreggono salde, come la radice per il suo fiore quando la terra è bagnata.
Quando posteggi una smart con 27 manovre e ti dice brava.
I fiori di cotone sulla pelle.
I baci all’improvviso.
Gli errori perdonati e mai più ricordati.
Le pazienti sessioni di shopping estremo da Zara come infinito atto d’amore.
“Pronto?” “Volevo solo sentire la tua voce.”
Un divano per due una domenica pomeriggio.
I progetti, i viaggi, le avventure, insieme, come la polaroid di due vite complementari.
“Mi manchi quando non ci sei, cosa non darei per essere lì con te.”
Se ti guarda assorto e non te ne accorgi.
Cercare la sua mano imbrogliata tra la federa del cuscino mentre dormi.
La sublime consapevolezza di non essere da sola mai.
Spifferagli il finale di un film al primo tempo.
La mia casa è ovunque tu sia.

Non mi è mai piaciuto San Valentino.
Perché non può un solo giorno contenere tutto questo.
Non basta una vita.

Font Tumblr

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*