makeup: La ricetta della perfezione.

Un po’ perchè sono una farmacista, e per assoluta deformazione professionale tipica di chi come me non si accontenta mai,  cerco quell’optimum nel make up che in un solo istante trasformi un viso del mi-sono-svegliata-troppo-presto in uno da ho-dormito-dieci-ore-e-mi-sento-rigenerata. Un po’ perchè comprare, testare, provare nuovi prodotti, mi fa sentire ancora quella bambina che gioca con i pennelli. Un altro po’ perchè sono nata con la fissa del make up, al punto tale da aver voluto frequentare uno di quei corsi professionali che alla prima lezione ti forniscono due ventagli di colore da avvicinare al viso per capire quali colori esaltano i tuoi occhi e quali no. E poi perchè sono una curiosa, e dopo anni di pasticci, qualcosa l’ho imparata. E comprata. E testata ( su me stessa, non su Carlotta).

Ingredienti:

BB cream. Mi ha salvato una tutti-i-giorni fatta di fretta e fa parte di una routine consolidata. Ma nell’anno a seguire arriverà la CC cream ( Cover Control cream) e vedremo cosa ne verrà fuori. Dicono che sarà straordinariamente illuminante, dicono. La mia è la BB di Garnier, pochi siliconi ed effetto naturale.

Mascara in fibre: è quanto di più una donna possa desiderare. Una passata di rimmel tradizionale, poi una di fibre, un’altra di rimmel ed il gioco è fatto: effetto ciglia finte immediato. Tempo di preparazione: 2 minuti.
Lo trovate da Sephora, tanto per dire, e si chiama Better Than False Lashes.

Fondotinta minerale, funziona davvero. Ed è maggiore il tempo che passiamo a riflettere se aver a che fare con pennello & polvere libera non ci faccia perdere minuti preziosi, rispetto a quello che effettivamente serve per una spennellata sul viso. E’ solo una questione mentale: in quaranta secondi l’effetto è completamente diverso da quello di una cipria compatta. Al momento, il mio top è quello di bareMinerals.

A proposito di pennelli: il migliore, quello che non fa le righe, quello che ti fa sentire super-professional anche se lo usi for-the-first-time è l’Expert Face Brush di Real Techniques. Un all over che si comporta bene con cipria, fondotinta liquidi, blush, polveri minerali e chi più ne ha più ne metta. Se volete far presto lo trovate su ebay.

Correttore per le occhiaie: deve essere pesca, e non beige. E ne basta pochissimo. Perchè il pesca divora in un sol boccone il viola, ed è una legge di natura. Sono due che si contendono la corona da re nella mia trousse: L’Erase Paste di Benefit, ed il Flawless Face di Laura Mercier ( da pochissimo disponibile in Italia.)
Ma a battaglia aperta vince il secondo: in un piccolo scrigno sono racchiusi un copriocchiaie morbidissimo, un correttore nascondi-brufolo e una cipria in polvere effetto borotalco.

Rossetto, quello che non cambierei mai: si chiama Gloss No-Transfer ed è firmato Sephora. E se lo indosso alle nove di mattina, la sera devo toglierlo con lo struccante oleoso. Vuole solo un velo di Labello alla ciliegia ogni tanto: non mi sembra chiedere troppo.

Tempo di preparazione: 12 minuti.
Difficoltà: facile
Dosi per: 1 donna.
Costo: medio/alto.

11 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*