Fenomeno BB Cream

Erano gli anni ’60 e BB spopolava come sinonimo di bellezza iconografica nota sotto il nome di Brigitte Bardot. E’ il 2012 e BB torna in auge con un nuovo significato: Blemish Balm. Una crema, ma non solo: una via di mezzo tra la cosmetica e il make up, il giusto compromesso per chi ha fretta come me, per le esigenti che non si accontentano del prodotto due in uno, ma pretendono il quattro in uno. Quindi la presento proprio a voi, alle incontentabili: ecco a voi la BB Cream.

Quattro sono le sue funzioni principali: balsamo idratante e nutriente per la pelle con effetto anti-età, protezione solare, correttore schiarente di imperfezioni e macchie, e fondotinta. Ma non è finita qui. Perchè la BB nasce in Germania come cosmetico medicato, atto a riparare la pelle di quelle pazienti che avevano subito un trattamento al laser per cancellare macchie e cicatrici, ma si trasforma in Corea in una forma rivisitata e corretta che la perfeziona in trattamento di bellezza. Era così nata la Blemish Balm Cream.

Una crema colorata, che si adatta perfettamente all’incarnato sfoggiando varie tonalità, per farci dimenticare del binomio crema idratante-fondotinta. Un solare protettivo arricchito di filtri UVA e UVB. Un’azione sbiancante contro le macchie grazie al suo principio attivo, noto sotto il nome di Arbutin. E poi ancora, Aloe Vera per un’azione lenitiva, Adenosina per un effetto anti-età contro i radicali liberi, mixati insieme a pigmenti innovativi che si presentano come bianchi, ma al contatto con la pelle si colorano e si miscelano omogeneamente.

E perciò, come c’era da aspettarsi, arriva anche in Italia, firmata dalle più importanti ditte cosmetiche: Clinique, L’Oreal, Kiko, Garnier, Dior, Vichy, con prezzi diversi e piccole differenti caratteristiche. Sta a voi scegliere quella più adatta al vostro tipo di pelle, al vostro incarnato e al vostro umore.

 

10 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*