MBR: La parola all’Hairstylist

Chi di voi segue da tempo questo blog, conosce già la rubrica My Beauty Room, in cui vi parlo di benessere ed estetica da un punto di vista professionale e scientifico.
L’argomento che ho scelto di trattare oggi è stato molto dibattuto e, per questo motivo, ho lasciato spazio alle parole di un professionista, Emanuele di MissParrucchieri, che ha risposto alla mia intervista per svelarci  tutto ciò che dobbiamo sapere sui Trattamenti alla Cheratina.


Laura:  Emanuele, si è molto parlato di Trattamenti alla Cheratina che vengono effettuati in Salone.
Vuoi spiegarci di cosa si tratta?
Emanuele:   Innanzitutto, è necessario spiegare che cos’è la Cheratina.
Si tratta di una proteina costituita da lunghe catene di aminoacidi come la Cisteina, la quale, grazie ai suoi atomi di Zolfo, forma dei legami -chiamati appunto Ponti Solfuro- che donano rigidità e solidità ai capelli. 
La sua struttura, tuttavia, può essere compromessa da diversi fattori, quali inquinanti atmosferici, farmaci, stress e trattamenti fisici, come piastra, phon e colorazioni.
Per questo motivo, è importante effettuare sui capelli alcuni trattamenti a base di Cheratina che ne ricostituiscano la struttura.
Finora, però, questi trattamenti sono stati paragonati e confusi spesso con una Stiratura Relax, un trattamento chimico che viene utilizzato per rendere i capelli più lisci.
Ci tengo a precisare, infatti, che esistono due tipi di trattamenti alla cheratina, con o senza Formaldeide.
Il primo, grazie alla formaldeide, è un trattamento lisciante che Io non utilizzo in quanto recenti scoperte hanno evidenziato il potere cancerogeno di questa sostanza.
Il secondo trattamento, senza formaldeide appunto, ha il solo scopo di ricostruire il capello trattato , ricostituendo la cheratina mancante.

Laura:    In che cosa consiste il trattamento di cui parli?
Emanuele:    Il trattamento alla Cheratina senza formaldeide può essere effettuato in due modi, utilizzando prodotti e metodologie diverse.
Il primo si chiama “Trattamento alla Cheratina Istantaneo” ed ha la durata di tre lavaggi.
In questo caso si procede con lo shampoo specifico, per poi effettuare due trattamenti, la maschera sotto fonte di calore, e successivamente il prodotto reintegrante che si lascia in posa pochi minuti per poi essere sciacquato. L’asciugatura viene effettuata con il siero specifico, che deve essere utilizzato anche a casa per le successive pieghe.






Il secondo tipo di trattamento, invece, è considerato permanente perchè ha la durata di tre mesi e viene chiamato “Trattamento alla Cheratina Intensivo”.
Lo shampoo utilizzato è sempre lo stesso, ma la differenza consiste nei prodotti successivi.
Dopo il lavaggio i capelli vengono asciugati e viene applicata il prodotto che contiene Cheratina Pura e si lascia in posa circa 20 minuti.
Senza risciacquare si procede all’asciugatura con phon e piastra. In questo caso, è necessario nè legare i capelli, nè lavarli per le 72 ore successive.





Laura:    Come appaiono i capelli dopo i trattamenti? E’ vero che sono più lisci??

Emanuele:   I capelli appaiono più corposi e più morbidi in entrambi i casi. Naturalmente, nel trattamento con la Cheratina Pura il risultato è più evidente e duraturo.
E’ vero, inoltre, che la chioma sembrerà più liscia perchè si chiudono le squame tipiche del capello danneggiato, che sono causa del crespo e ne impediscono una piega ottimale.


Laura:   Si dice che dopo il trattamento i capelli possono perdere di volume e appesantirsi.
Anche questo è un luogo comune?
Emanuele:    Anche questo non è corretto. Questo è un discorso che vale solo per i vecchi trattamenti che contenevano formaldeide, in cui addirittura i capelli venivano appesantiti al punto tale da non poter cambiare la riga o il lato del ciuffo.
Nel caso dei nuovi trattamenti si verifica esattamente il contrario perchè la chioma appare più voluminosa.


14 Comments

Rispondi a Cate.B Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*