Je suis Mercoledì

Wednesday-Addams-From-Addams-Family

Sarà quell’attitudine macabra da cattiva ragazza. Il pessimismo cosmico ai limiti dell’ironia. La sensualità velata dal colletto da educanda e dalle calze scure e coprenti. Il faccino imbronciato che incontra e si scontra con lo sguardo perfido, ma così tenero al tempo stesso. Sarà perché alla fine di un little black dress si tratta, di quelli che ti risolvono la serata quando quel suddetto pessimismo cosmico arriva all’improvviso, vuoi per le paturnie inarrestabili del ciclo, vuoi per l’incomprensibile fattaccio che ogni tanto accade: un armadio pieno di vestiti e niente da mettere. O forse perché, nell’inarrestabile ruota  del countdown natalizio, tutto questo buonismo -volemose bene- dà sui nervi quanto un sassolino nelle Louboutin. Sarà semplicemente perché lei, Mercoledì, ci piace. Tanto. Perché è una stronza. Una che non se la fa fare da nessuno. Una che nolente o dolente conquista tutti. Grandi maison come Yves e Valentino, marchi low cost, e popolo della moda, Mira Duma compresa. E ammalia pure noi, odierne bad girls, perché basta un semplice vestito nero, di velluto, di panno di lana, di seta o come ci pare, una camicia bianca da collegiale,  una stringata al piede e il gioco è fatto.

Eviterei le treccine, ma solo per non impaurire troppo l’universo maschile. Che gli uomini si sa, in fin dei conti, sono dei gran fifoni.

mercoledì-1

wednesday-addams-peter-pan-collar-asos

mercoledì-Saint_Laurent

mercoledì-copertina-2

mercoledì-mira

mercoledì-copertina

mercoledì

4 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*