Chicca Lualdi Fashion Show. MFW S/S 2013.

Ci ha accolti in un’atmosfera magica, onore al merito. Un’ atmosfera quasi da giardino incantato, uno in cui non ti sorprenderesti se una farfalla ti si posa sulla spalla.

E tra gli arbusti e la fontana dell’ Hotel Majestic, passeggia una donna minimal-chic, futurista, moderna, ma a tratti nostalgica. Perchè sceglie tagli geometrici, lineari, puliti, senza però dimenticare quei volumi tipicamente sixties che accompagnano abiti a trapezio, fantasie retrò di macro-pois e micro-quadri d’organza.
Ed in questo binomio di contraddizioni tra futuro e passato, resta anche lo spazio per il dettaglio sporty, che ruba la banda alla tuta sportiva e la impone sul pantalone fluttuante.
E poi il colore, tenue, pastello, acquarellato: non c’è posto per le cromie scure, solo giallo cedro, bianco assoluto, azzurro acquamarina e rosa peonia.
Sembra proprio che Chicca abbia voluto disegnare una vacanziera elegante e garbata, pronta per un viaggio in una Capri soleggiata e signorile, con le zeppe ai piedi e senza borsa. BeQueen, appunto. Una regina in vacanza.
 
 

3 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*