Frankie Morello visto da Giuseppe Di Rosalia.

A ispirare la collezione di Frankie Morello è l’architettura, per essere più precisi la tesi di laurea di Pierfrancesco Gigliotti “l’abito come architettura del corpo”. Cosi i due stilisti Maurizio Modica e lo stesso Gigliotti scendono letteralmente in passerella indossando per primi le loro creazioni. La moda ruba, o forse prende in prestito, forme e materiali all’architettura: infatti i completi si ricoprono di marmo fiorentino, di parquet e di antiche colonne, oppure diventano gli esterni delle case in mattoni di New York grazie al gioco delle stampe gobelin. 
Il resto è dato da cappotti ampi, e abiti bicolor con dettagli fluo.
Guest star e simbolo della collezione per il prossimo autunno/inverno non poteva che essere Fabio Novembre. Il suo essere in bilico tra moda, design e architettura, unendo tutte le discipline col fil rouge della creatività, è il punto di partenza dal quale nasce ogni look della nuova sfilata.

Giuseppe Di Rosalia



5 Comments

Rispondi a Claudia Mosca Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*