Milano Moda Uomo F/W 2014: La collezione design di Prada

Il design che si sposa con la Moda. Miuccia che si tuffa nei decenni passati, in una casa fatta di modernariato, di quegli arredi che nei favolosi anni settanta furono avanguardia. Un appartamento dalle grandi finestre illusorie aperte su una città, sia essa una Milano da bere o una New York metropolita, in cui l’uomo non è ancora uomo: è un acerbo ragazzo sicuro di sé, che sceglie camicie a quadretti, pantaloni a sigaro ed occhiali dalla spessa montatura tartarugata. Uno studente, forse, o un’intellettuale. Ed il colore è filtrato dalla pellicola di una polaroid, e si fa intenso, velato, cremoso: ocra, ottanio, ruggine, verde salvia. E’ la fotografia di un giovane impeccabile, pulito, il bravo ragazzo di un epoca d’oro, con il ciuffo scompigliato, il taglio a caschetto ed il colletto stropicciato sotto il pull di shetland. E con lui, l’istantanea di un’era da rivivere, le giacche da indossare, i filati e i tessuti da ri-amare.
Applausi per una Miuccia che ha saputo rendere sublime un vintage diventato un fenomeno oramai sdoganato, che ha reso nuova avanguardia ad un concetto nostalgico, erigendolo a modus-vivendi in un millennio di corsa in cui la stranezza è ricercatezza. Lei, che ha trasformato un ritorno al passato in un ritorno al futuro, in un ritorno alla moda, per quella “gente colta” che ha decantato nelle sue interviste, per chi la moda la ama e la ama davvero. Ha preso la sobrietà col cuore, le mani e la matita e l’ha trasformata in eccellenza.

4 Comments

  • iv.an scrive:

    Cara Laura.
    Ti muovi tra le parole di ciò che racconti , e tra i meandri degli outfit, un pò come nel “paese delle meraviglie”.. Che tu sia Carrol, che tu sia Alice, oppure il bianconiglio, poco importa… sei intelligente e coraggiosa.
    I like.
    Iv.an

  • Giulia scrive:

    Tutto quello che tocchi con le tue parole diventa poesia. Anche l’elenco telefonico lo diventerebbe se fosse scritto da te.
    Giulia

  • Applausi per Miuccia, sì, che contrariamente a quel che ho letto in giro a me è piaciuta tantissimo ed è forse la prima volta che approvo totalmente le sue scelte stilistiche (non che io sia qualcuno per giudicare, lungi da me eheh è un mio pensiero personale). Applausi per te che riesci a trasformare la moda in poesia ♥

Rispondi a iv.an Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*