Moschino Men’s Fashion Show F/W 2013

Moschino Men’s Fashion Show F/W 2013

Ironico e divertente Moschino. Irrompe in passerella con un personaggio che pare la moderna incarnazione dell’ Uomo con la Bombetta, celebre dipinto di Renè Magritte. Una macchietta protagonista di avventure metropolitane ma surreali, decisamente non collocabili in uno spazio temporale ben definito. E così, sfila un Lui che si burla della Moda, i vestiti sono i suoi giocattoli, se li mette addosso, li stampa sui vestiti. Porta con sè i balocchi di un tempo, i ricordi di un infanzia trascorsa giocando con i mattoncini, senza malinconia velata, solo con un pizzico di sana nostalgia. Un giamburrasca con i calzoni corti e i calzini al ginocchio, cresciuto ma ancora bambino, che dice no al classico completo da uomo e si veste di di giacche ancora non rifinite, impastite, con le cuciture a vista, quasi avesse voglia di buttarsi subito tra le strade della sua città perchè ha fretta di vedere gli amici. E giocare ancora. Come i bambini che appena finiscono i compiti, scappano dalle mura domestiche per correre in cortile. Ed è troppa la fretta, non c’è neanche il tempo di tirar sù le bretelle. Ma tra questi monelli, c’è anche il bravo ragazzo, colui che si mette il cappello in testa e porta con sè l’ombrello. Una collezione che prende spunto dalla crescita di un bimbo che diventa adulto, passando per ogni sua fase, non tralasciando nessuna emozione, dalla spensieratezza alla serietà. Uno dopo l’altro tutti i ruoli della vita di un uomo, puerilità, pubertà, giovinezza e maturità, sfilano insieme con lo stesso denominatore comune. L’ironia di una Maison che ha fatto del gioco il suo punto di vista da cui guardare la Moda.

2 Comments

Rispondi a The Vogue Advisor Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*