Oh oh cavallo, oh oh (Balmain docet)

ponytail-1

Succede che sei lì, immobile davanti al pc, imbambolata davanti alla sfilata, qualunque essa sia, e sai bene che il 90% di quelle cose preziose che passeggiano impudenti in passerella non sono reali. O meglio, servirebbero forse cinque stipendi perché lo fossero, reali. Succede sempre così. Che rimangono sogni. Che -forse- sono belli proprio per quello.

Ma poi capitano anche altre storie. Quelle di quei trends che sfuggono le passerelle, per esempio. Che corrono veloci come un’epidemia, si allargano come una macchia d’olio sull’acqua. Che cantiamo già tutte -oh oh cavallo, oh oh- e neanche ce ne siamo accorte.

Perché?

ponytail-3Perché è facile. Perché in un attimo riesci a sentire quella straordinaria sensazione di toccare le punte dei tuoi capelli all’altezza del gomito come quando eravamo bambine (vuoi mettere?). Perché Balmain ha reso l’impresa semplice, che basta legare i tuoi capelli in una coda sulla nuca e la si aggancia con un pettinino e tanto di strap in velcro che viene spontaneo chiedersi -già fatto? E’ Balmain-. E perché poi la annodi, la attorcigli, la intrecci come vuoi. La combini, la elabori e la componi. E anche perché quelle punte celesti, argentee o rosate ci piacciono tanto ma il coraggio per crearle davvero ci manca. Ebbene si, non sempre siamo così impavide.

Ma tanto ci pensa Balmain. Ti metti una coda e il gioco è fatto. Ti metti una coda e sei a posto. Tiri tutto sù quella volta che ti scoccia passare la piastra e sei in ordine. Anzi sei favolosa.

Io l’ho presa con la punta carta da zucchero. Forse perché inconsciamente credo ancora nelle fate e ai loro capelli turchini. Non resta che aggiungere: Bidibi Bodibi Bu.

ponytail

ponytail-2

ponytail-5

ponytail-6

ponytail-4

Processed with VSCOcam with a6 preset

Credits Tumblr

2 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*