Perle di Pitti Immagine.

Firenze in moda. E non solo Uomo. Firenze e le sue sfilate tributo ad una grande città, alla storia, all’arte. Firenze ed i suoi designers, giovani e meno giovani, d’avanguardia e conservatori.
Firenze e Pitti Immagine.
Firenze è Pitti immagine. E Pitti Immagine è Firenze.

Un Ermanno Scervino come non lo abbiamo mai visto: pulito, rigoroso ed elegante. Con la sua Lei vestita da pin up bon ton, le gonne a ruota e gli abiti da navy-girl. E che ogni tanto ruba al suo Lui un blazer, uno smoking, un completo. E questo Lui che l’accompagna, silenzioso, galante, mai sopra le righe, mai con troppi fronzoli. Solo cavaliere. Un uomo vestito da uomo che ogni donna vuole al suo fianco.

Mr Angelo Flaccavento: l’anima del progetto Vestirsi da uomo. Una selezione di must-have a comporre il guardaroba ideale, tutto ciò che non deve mai mancare nell’armadio di un uomo. Una ventina di marchi internazionali che si prestano al gioco, uno stylist d’eccezione ( Mr. Flaccavento, ndr), una boutique on line prestigiosa che li vende in tempo reale ( www.thecorner.com ), una sala, quella della Scherma della Fortezza da Basso, a fare da cornice a questo disegno di creazione.

Andrea Pompilio e la sua ode al colore. Rosa confetto e giallo limone per le giacche, scacchi per soprabiti e capispalla, dai quali fa capolino una sciarpa a pois, un gessato “sbagliato” per i completi sartoriali. Un uomo allegro, con la shopping in mano e i capelli scompigliati, che preme start sul suo ipod mentre comincia a vestirsi.

<< Noi li pettiniamo >>. L’opera creativa di Annapurna, una capsule collection in pura angora 100% eco, ottenuta pettinando letteralmente i conigli d’angora, senza stress, senza violenze sugli animali. Il risultato è una collezione pulita, morbida nelle linee e ispirata alle opere di Pablo Picasso. Geniale.

La Bohemien Jacket della new generation: è firmata Massimo Rebecchi ed è una giacca da smoking fuori dagli schemi, con l’anima di una worker, l’allure di una vintage ed il fascino della sartorialità classica.

L’uomo del futuro di Kenzo. Indossa tessuti tecnici e stampe surrealiste, gioca con l’illusione e con le geometrie. Ed ha una tigre stampata sulla felpa futurista, per combattere nella giungla metropolitana.

3 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*