Prada Men’s Fashion Show F/W 2013

Prada Men’s Fashion Show F/W 2013

Regale, faraonica, imperiale. Miuccia Prada inventa ancora una volta la Moda, come solo lei sa fare. E lo fa portando in scena un colossal con un cast di stelle d’eccezione. Willem Dafoe, Gary Oldman, Adrien Brody, Alexandre e Victor Carril, Emile Hirsch, Tim Roth, Garrett Hedlund, Jamie Bell, sfilano uno dopo l’altro interpretando una vera e propria sceneggiatura su un grandioso tappeto rosso. Perchè se Hollywood è la terra del Cinema, Milano lo è della Moda. E lei è la regina incontestata, difficilmente abdicabile.
Gli abiti sembrano costruiti secondo una logica sottile, che esaspera colli, camicie, scarpe. Persino la pochette da taschino diventa esagerata. Il trench prende le sembianze di un pastrano e si sovrappone al cappotto, esibendo uno sull’altro gli stemmi e i blasoni che rimandano ad una vita di successi e trofei. Anche il cappotto-vestaglia è irriverente nelle sue microfantasie e nella scelta delle stoffe pregiate, perchè l’uomo che lo indossa è un boss anche nell’intimità delle mura domestiche.
Per palazzo del potere intendo il modo in cui i maschi hanno imparato a tradurre la potenza in abito. Abbiamo infatti cercato di mettere in scena la potenza maschile. Per poi farne una parodia.” racconta Miuccia a Simone Marchetti poco prima dello show.
E così, porta in scena una commedia, il cui protagonista si prende gioco del potere, lo schernisce, lo ridicolizza, vestendo i panni di uno Zar moderno, decisamente Russian Style. Il modello non è più manichino, ma poeta di intenti e ostenti che narrano la condizione odierna di una società basata sui dinamismi dei grandi magnate e delle autorità che governano il mondo. Questa è la risposta della Moda. Una risposta sottile, intelligente ed emblematica dei nostri tempi. Applausi.

 
 
 

6 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*