Questione di dettagli.

Nella moda. Nella vita. Che noi ragazze siamo maestre nel cogliere la sottigliezza del particolare. Della miniatura. Il dettaglio. E la sua arte.

– Amore, voglio vedere questo in tv.-
– Davvero ti piace?-
– Veramente no, ma dicevo per farti piacere.-

Eccolo il dettaglio. Nell’amore. Che ti fa sorridere.
Come la custodia per l’iphone che ritrae una musicassetta, quasi fosse un souvenir dagli anni ottanta.
Quel neo che ti rende unica e speciale. Un tatuaggio. Una cicatrice, sulla pelle o nel cuore. Fa parte di te.
Il ciondolo sulla tee bianca. Il filo di perle sulla felpa.
Le scarpe che devono essere costose. E le borse pure.
 – Nel dubbio compra sempre, che poi te ne penti.-
Le peonie in cucina. Rosa, come quelle del mio bouquet da sposa.
Lo smalto mai abbinato al rossetto. Che se uno è blu, l’altro è ciliegia. Apposta.
Fermati, per sentire il profumo dei fiori. Delle cose. Della vita. Dei pensieri.
Le righe sulla maglia che stanno bene con i pois. E ci metto anche un accessorio verde. Come il suono di una punteggiatura poetica, fatta di punti e di spazi.
Gli spazi, quella piccolezza rilevante. Per essere da sola quando spalmi sul viso una maschera e balli Wild Boys.
Di nascosto.
Cercalo. Coglilo. Sfruttalo. Rubalo.
Perchè tutelarlo è dettaglio essenziale.
Font Tumblr-ThestreetfashionXpro

3 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*