Sotto il vischio ~ spera, prega, ama.

Spera. Che tutto ti verrà più facile e le giornate avranno un odore diverso. Perché i sogni son desideri ed è nei sogni che vive l’anima e lì si nutre.

Spera in qualsiasi cosa e mettici tutte le tue forze, senza se e senza ma.

Un grande progetto, un successo, un figlio.

Una cosa frivola e leggera. Una Birkin.

Un amore.

Qualsiasi cosa, senza mai demordere, nemmeno per un attimo. Qualunque cosa che ti faccia sorridere perché la felicità sta in quegli attimi del pensiero. Quando fugge via e va più lontano di dove il cuore arrivi. E va dove deve andare, proprio lì, nella speranza. Laddove qualcuno si perde e poi si ritrova. Laddove si corre. Tu vai. E spera. Anche se manca lo spazio e il tempo. Anche senza Sex & The City. Nonostante Frida e il suo licenziamento, perchè ci sarà Gucci anche senza di Lei. Tu spera. Senza mai fermarti sull’impossibilità delle cose. Senza arrenderti. Senza né soste né stazioni. E lascia che i tuoi occhi brillino, anche se non ci sarà un mascara con i glitter ad illuminarli. Tu falli luccicare. Malgrado tutto ciò che i telegiornali raccontano, a dispetto di una crisi che ha trasformato i regali in pensierini, sebbene ci siano più pigmenti rossi in un conto in banca che in un rossetto rouge dragòn. Spera, e bacia sotto il vischio.

Come quando rischi il tartan con i fiori e i pois con le righe.

Come quando cerchi parcheggio tra le voci immense di una città e poi incastri la smart a pressione.

Come quando un abito di Oscar ti faceva sognare.

Come quando tuffi una mattina grigia in un pullover verde smeraldo e ti fidi della tua beltà.

Tu spera. Proprio così.

Che l’ultimo #miserve non è altro che questo.

E che “o è Natale tutti i giorni o non è Natale mai”.

1 Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*