Dress code matrimonio.

E con l’arrivo dei fiori di zagara, arriva anche lui: l’invito. Insieme ai dubbi e le perplessità del cosa-mi-metto. Quindi, ecco qualche spunto da tenere a mente perchè si aprano le danze.
Alcuni li conoscerete già: sono i mai-con di quando si partecipa ad un matrimonio. Altri sono semplicemente i miei point of view. Altre ancora, sono le regole del dress code, quelle accortezze che è bene ricordare per avere uno start da cui partire nella costruzione dell’immagine dell’invitata perfetta. Perchè il mondo della moda ha delle regole, e le cerimonie nuziali sono uno di quei palcoscenici dove l’abito recita un ruolo e racconta molto di noi e del nostro buon gusto.

Perciò:

– Niente abiti lunghi per i matrimoni di giorno, niente smoking per gli uomini, nè papillon. Gli abiti che coprono le caviglie, con tanto di strascico, lasciateli alle cerimonie serali, solo ed esclusivamente se la celebrazione è prevista dopo le 19.00. Voi in abito da cocktail, accompagnate dal vostro lui in mezzo tight, e sarete perfette.

– Il total black è offensivo tanto quanto il total white. Non siete ad un funerale e né tanto meno siete voi la sposa.

-Lasciate i vestiti da cerimonia dentro ai negozi per abiti da cerimonia. No, no e ancora no. A meno che la vostra icona di stile non sia la zia Remigia. Lo stesso vale per i look da prima damigella, a meno che non siete cinquenni ed il vostro compito è portar le fedi.

– Se la cerimonia è di mattina un bel si a rosa cipria, verde menta, giallo canarino, celeste carta da zucchero e salmone. Se di pomeriggio, il blu notte fa così chic che di più non si può.

– Rispettate il dress code, ma evitate l’effetto camaleonte. Niente abiti a fiori per una cerimonia in un giardino, nè kaftani orientaleggianti per una cerimonia etnica.

– Con i pois non sbagliate mai, ma solo se sono micro. Idem per le altre fantasie.

– Paragrafo calze & collant: concessi solo se scuri per matrimoni invernali. Lasciate l’idea della calza color nudo che fa elegante sempre alla zia Remigia. Gamba nuda, signore, gamba nuda.

– Se non vi sentite a vostro agio nello scegliere un abito o una gonna causa freddo e/o gambe pallide, optate per un pantalone. In crepe di seta, morbido, sartoriale, a vita alta, abbinato ad una camicia importante. Sarete elegantissime.

-Ricordate di trovarvi in Italia e non in Inghilterra al matrimonio di Kate. Perciò cappelli e cerchietti con le piume sono concessi solo se sobri. E niente bianco, neanche in testa. Se poi sentite sussurrare la parola “oca” sarà rivolta a voi, e non vi lamentate.

-No alle acconciature stile 10 piani di morbidezza. Uno chignon basso o una chioma pulita e fluente devono essere le uniche alternative.

– Paragrafo borse e affini: tenete a mente la parola clutch. Se ci riuscite, non sbaglierete.

– Coprite le spalle e i decolletè esuberanti. Ma abolite i coprispalle effetto insaccato o le pashmine, basta uno scialle. Meglio ancora se tricot, lavorato a mano e tinta su tinta con l’abito scelto.

– Estremamente chic, a mio parere, è un look androgino con tanto di smoking nei toni pastello, camicia in seta candida, gemelli ai polsi e pochette da taschino. Ed una spilla al posto della cravatta.

– I gioielli devono essere appena sussurrati. Lasciate a Lara Croft le borchie stile arma letale e a Moira Orfei i diademi circensi.

– Idem per quanto sopra, circa l’argomento calzature. Un sandalo o una decolletè con un plateau non ostentato vanno benissimo. Siete ad una cerimonia, non in discoteca.

– I guantini in pizzo sono tres chic. Ma solo in chiesa.

– Penultimo appunto: gli occhiali da sole. Si solo se vintage, in stile anni cinquanta. Aviator, mascherine, e lenti gioiello con mega strass sono kitch. Sappiatelo.

– Ed infine: rispettate le scelte stilistiche della sposa. E’ lei la più importante, e se le volete bene, informatevi. Lei gradirà. E quando il matrimonio ha un tema, prendetene spunto.

10 Comments

  • Moda scrive:

    Che bel post, lo conserverò. Kiss

  • wonderful inpsiration.
    love it.
    kisses
    maren anita

    FASHION-MEETS-ART by Maren Anita

  • TheMorgana1985 scrive:

    E chissà perchè la maggior parte della gente, ai matrimoni ai quali sono andata, vestiva di nero

  • Anonymous scrive:

    Nooo…io ho un abito nero,camicia nera a pois grigini piccoli…volevo la pochette uguale ma non la trovo..alternative?

  • Anonymous scrive:

    Ottimi spunti decisamente illuminanti, vorrei chiedere un piccolo consiglio, se possibile.
    Sono stata invitata ad un matrimonio il primo week end di settembre, cerimonia e ricevimento su prato di pomeriggio, ho acquistato un vestitino bluette al ginocchio adatto a mio parere all’occasione, il mio unico e prepotente cruccio sono le scarpe!!!!
    Bandite sia le zeppe che i tacchi a spillo per ovvi motivi di tema/abbinamento per le prime e oggettiva problematica di movimento per le seconde per quale scarpa posso optare??? e soprattutto….che colore???? HELP!!!!

    • Ciao e grazie della fiducia, un consiglio te lo dò molto volentieri.
      Per quanto riguarda il colore, un abito blu ti concede molto spazio per la scelta delle scarpe. E’ un colore fondamentale, perciò potresti, in teoria, abbinare qualsiasi cromia, giallo, rosso, viola, verde, l’importante è che ci sia qualcosa che richiami le scarpe, un altro accessorio o un gioiello. Il modello: perchè non scegliere un sandalo basso pieno di pietre? Un’infradito stile caprese, gioiello, elegante ma comodo. Ovviamente non conosco lo stile dell’abito, ma potrebbe essere una soluzione. Altrimenti anche un tacco a rocchetto, in mood anni ’50, chiuso davanti come una decolletè.
      Spero di esserti stata utile.
      Un bacio.

    • Anonymous scrive:

      Ciao! grazie per la celere risposta!!! :)

      L’abito è di Antonio Notaro, ha la parte del seno plissettato verticalmente, chiuso da un fiocco di raso con un nodo di strass, da li scendendo è tutto liscio e morbido senza essere troppo ampio, adatto per le mie forme un po’ abbondanti ^^

      ho cercato on line ma non lo trovo, altrimenti ti allegavo volentieri una foto! :)

      Mi sa che opto per il tacco a rocchetto almeno slancio un po le gambe :)

      Un’ultima domanda….scegliere scarpe e borsa in blu è troppo monotono vero? oppure in quel caso potrei giocare con qualche bracciale/collana orecchini più sfiziosi???

      Ahimè sono un vero disastro in queste cose, ho scoperto i colori per vestirmi solo di recente! 😛

      grazie ancora in anticipo, sei stata davvero utilissima! 😀

  • Anonymous scrive:

    Matrimonio ore 16 , settembre. Scelto Tailleur gonna blu notte , giacca manica 3/4 gonna a meta’ polpaccio . Decolte aperte dietro raso blu notte. Top seta tortora. Ho paura sia troppo look da mattina. Le perle vanno bene come accessorio ?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*