Str8up: Mission Impossible?

Una risposta indubbia a chi si chiede se è realmente possibile passeggiare con queste calzature scultoree. Ci si può saltare su, correre, forse anche fare footing, secondo questo video. E secondo chi le ha volute fortemente, perchè se ne è innamorato. Il loro nome è Str8up, si pronuncia Streightup, e sono assolutamente favolose.

Chi le ha comprate, provate e indossate afferma così:

Irene Colzi, fashion blogger: “Sono indossabilissime, ma non sull’asfalto o sanpietrini. Se il piede perde stabilità, cadi, perchè non hai punti d’appoggio oltre la punta. Però, per serate, eventi, party, sono perfette perchè stracomode.”


Flaviana Boni, founder presso Dress Up For Armageddon: “Io ho un modello simile, un paio di decolletè di Marc Jacobs di parecchie stagioni fa, con il tacco rovesciato ed il tallone in sospeso. Sono le scarpe con il tacco più comode che ho, ma devi stare attenta a non sbilanciarti all’indietro perchè non hanno il tacco come punto d’appoggio.”


Valentina De Giorgi, giornalista: “Le mie non sono Jeffrey Campbell, ma le ha create una mia amica shoe-designer. Sono senza cinturino, perciò ancora più difficili da indossare. All’inizio la gravità ti spinge indietro, poi ti abitui.”


Francesco Leone, founder presso Italian Fashion Bloggers: “Io le ho, e mi ci trovo benissimo!”  ( opinione poco credibile, ma pur sempre rispettabile.)





Io faccio parte di quella schiera che le ama, spinta come sempre dalla mia curiosità e dalla venerazione per quelle calzature destinate a divenire oggetti di design. Così, le ho comprate, su Solestruck. Non appena arriveranno, saprò dirvi se avrò le caviglie ingessate o le ginocchia sbucciate, oppure se riuscirò a salterellare allegramente da esperta di mission impossible. Ovviamente, sono graditi i vostri pareri e i vostri pensieri.

16 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*