Strade e profumi.

– Se potessi cambiare strada e profumo, dove vorresti andare baby?
– Lontano.
– Ma lontano, dove?

Strade e profumi…

Ovunque i treni funzionino davvero, per portarmi veloci laddove voglio andare. Che ci sia un aeroporto vicino, e il Frecciarossa che passi a prendermi ogni tanto.
Dove la gente sorride sempre perchè è gentile. E i cani possano avere un posto dove giocare, liberi e sicuri perchè nessuna macchina potrebbe ferirli.
Un posto pieno di negozi, di quelli con le vetrine che fanno sognare per le paturnie dei giorni strani.
Magari con dei portici, per le giornate di pioggia. E con una fontana al centro. Dove ci sia il mare, perchè non so se saprei rinunciare a quella distesa d’acqua davanti agli occhi. O un lago, perchè no.
E che ci siano le strade pulite e tanti angoli nascosti da visitare. Un teatro. L’aria buona da respirare. Il Mc Donald’s. E un raffinato bistrot, per par condicio.
Dove ci sia il sole, anche non sempre se è pretendere troppo. E tanto verde, meglio ancora se fosse un grande parco per il brunch della domenica mattina, seduti sull’erba fresca. Non troppo lontano da Zara e Sephora, altrimenti come faccio.
Dove una ragazza possa camminare da sola anche dopo cena, perchè c’è sempre qualcuno che passeggia tra le sue strade. E che ci sia la neve a Natale, di quelle nevi che non danno fastidio, che pizzicano solo la pelle ma ti permettono di uscire. Un posto dove ci sia sempre qualcosa da fare. Che permetta di sognare. Nè troppo grande nè troppo piccolo. Silenzioso, ma non sperduto. Vicino alla grande città, ma lontano dal suo cicaleccio. Che mi faccia dire senza rimpianti: se potessi vivere lì, cambierei anche profumo. E vita.

E se qualcuno riconosce tra queste righe la propria città, si faccia avanti. Che prendo il primo volo.

Credits Tumblr

5 Comments

  • Beh Bologna, mare a parte, non è poi così diversa dalla tua descrizione! Io ci ho vissuto x 13 anni ed ho dei ricordi bellissimi!! Buona fortuna. Annalisa

  • Foto e titolo rendono perfettamente l’idea…
    The Shabby Labels

  • Giulia scrive:

    Livorno. Io sono di Lecce, ma ho scelto di vivere qui, ho cercato lavoro e mi sono trasferita in un colpo di coraggio, lasciando il sole e i problemi della mia terra. Ma qui è tutto diverso, la gente è educata e raffinata, la città a prima vista sembra vecchiotta ma è moderna e aperta. In un niente sei a Pisa, a Viareggio, stesa al sole delle spiagge bianche o a Milano a fare shopping in treno. L’estate è mondana e piena di turisti, ci sono i localini del quartiere Venezia sempre pieni e un bel corso pieno di negozi. Vieni a fare un salto, mi daresti ragione.
    Giulia

  • Anonymous scrive:

    Io vivo qui, nel posto che hai descritto,a Monza. Non c’è il mare ma il naviglio entra dentro la città, un po’ come Milano. In effetti, è di per sè una piccola Milano, trafficata abbastanza, ma i mezzi funzionano. Di verde ce n’è tantissimo, di negozi pure, non manca quasi niente, e se manca considera che con il trenino sei a Milano in pochissimo tempo. I servizi funzionano, le strade sono eleganti e pulite e a Natale c’è quasi sempre la neve. Tu sei siciliana, considera che qui fa freddo, la gente è educata ma siamo un po’ freddi come il nostro clima. Comunque, nonostante questo, la città è aperta e abituata all’ “immigrazione”, è quello che si dice il mix giusto tra chi sceglie di abitarci e i ricchi di Milano che si son voluti decentrare. E’ vicina alla grande città, ma lontana dal suo cicaleccio come scrivi tu, anche se cicaleccia abbastanza perchè il traffico non manca.
    Spero ti sia stata d’aiuto. Buona Fortuna :-) Paola.

  • Grazie ragazze, ho preso carta e penna :-)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*