Stylist: pure cenerentola ne aveva una.

cenerentola-the-2Bvogue-2BAdvisor
Di Cenerentola non si sa molto, neanche il suo vero nome. Non si sa quanti anni avesse, quale fosse il suo colore preferito, se a Zara preferisse Asos o viceversa. Ma una cosa è certa: aveva la stylist e si chiamava Fata Turchina.
Come Lei, tutte noi abbiamo bisogno di essere consigliate. E confortate. Coccolate e accudite. Bisogno che qualcuno prenda le decisioni al nostro posto per fuggire le responsabilità.
O solo per continuare a sognare, per dare un braccio al cuore e una bacchetta magica ai desideri. Bisogno di avere una Emily per essere un po’ Miranda Priestly, perchè è così che gli obiettivi vanno inseguiti, con determinazione.

Lo sai vero che stiamo parlando di Miranda Priestly?
Non esiste un piano B, esiste solo un piano A!
~ Andy, Il Diavolo Veste Prada
.

Bisogno come consapevolezza e non come debolezza. Come coscienza dei propri limiti e da lì ripartire, correndo.
Per tracciare il disegno di un’ambizione e renderla reale.
Sia esso un abito. Uno stile. Un make-up, quando c’è da rifarsi il trucco.
Il profilo di un blog che da bambino diventa grande.
E adulto, nelle mani di una Emily, che prende per mano le sue fantasie e regala loro un corpo.
Senza dimenticare quella poesia e quell’anima che The Vogue Advisor avrà per sempre.
E il carattere frivolo e a tratti nostalgico di un’isola che non c’è, ma così concreta nella mia mente.

Perciò, in questi giorni, se sfogliandolo lo troverete offline, scusatelo.
Sarà perchè è andato ad incipriarsi il naso e a rifarsi il look.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*