Tipi da spiaggia. Capitolo primo.

Tipi da spiaggia

Si sa, arriva l’estate e ci si mette a nudo più di quanto non faccia già io in queste pagine dodici mesi all’anno. Ci si spoglia sotto l’ombrellone, per poi sottoporsi alla lente d’ingrandimento del sole, quella che rende gigante anche il più piccolo pelo incarnito, che se fosse inverno neanche ce ne accorgeremmo. Ed il disagio di sentirsi scoperte, senza il quale non saremmo poi così perfette. Agli occhi degli altri però, perchè noi quel microscopico difetto lo vediamo eccome.

Ed allora, la soluzione. La svolta. Il giro di boa per quest’estate. Focalizzare gli altri e non noi stesse. Gli uomini in questo caso. Ed ogni nostro piccolo imbarazzo sparirà. Per sorridere nascoste dalle lenti di un occhiale specchiato.

Tipo da spiaggia numero 1: L’Abbronzato narcisista.
Un inverno da body builder, venti lampade e una ceretta total body dopo, è già là ai primi soli di Maggio. Steso sul lettino, spalmato di olio al punto tale che se gli dai la mano questa scivola via. Se lo guardi bene ha lo smalto trasparente su mani e piedi, le sopracciglia perfette e un costume fluo, tanto per essere sicuro di non passare inosservato. Beve mojito perchè è un tipo alternativo, ma poi la sera sarà più rimbambito di chiunque altro (sole/mare & alcool???). E porta con sè una piccola cassa al posto delle cuffiette, perchè la musica che sceglie lui è favolosa e tutti devono ascoltarla. Quest’anno lo riconosci anche dagli occhiali a specchio, fluo anche questi, meglio se Oakley.
Livello di rischio: 10. Se attacca bottone non lo fermi più.

Tipo da spiaggia numero 2. Il candido.
La sua pelle pallida come la luna vede la luce del sole pochissime volte all’anno, ma mai direttamente. Resta sotto l’ombrellone, come impaurito, nascosto da strati di total block che lo rendono ancora più candido e si comportano come un gel che gli appiccica addosso un irsutismo scuro che mai ha conosciuto ceretta. Ha i piedi fucsia, ustionati dal sole, perchè quando si aliena tra gli incroci della settimana enigmistica, non si accorge che le sue estremità si sono lasciate andare al benessere dei raggi caldi sulla pelle. Il suo costume è un pantaloncino di una taglia più grande, ha l’aria infastidita e uno zaino Invicta al posto della sacca mare, accompagnato da un telo per-così-dire retrò, perchè lui non spende soldi per gli accessori da spiaggia.
Livello di rischio: 5. E’ innocuo, non vede l’ora di andar via.

Tipo da spiaggia numero 3: Lo sportivo.
Non sente ragioni, per lui mare è sinonimo di sport. E si divide tra la partita a beach volley e il giro in canoa, una doccia al volo, una spennellata di crema e la partita a racchettoni sulla battigia. Beve red bull sotto il solleone ed ha i capelli color oro, come baciati dal sole, modello Massimo Ciavarro in Sapore di Mare, per intenderci. Voto dieci al suo look da spiaggia tutto Havaianas e slip colorati ( mettiamoci anche il fisico) ma è stressante solo a guardarlo.
Nota Bene: Esiste anche una variante in canotta rossa in perfetto stile Baywatch de noiartri, presente perchè dovrebbe salvare la bisnonna dall’annegamento. Dovrebbe.
Livello di rischio: da 5 a 8. Dipende da quanto siete disposte a rinunciare al relax.

Tipo da spiaggia numero 4: il candido modello furbacchione.
È un candido ma non lo dà a vedere, per la serie al mare un leone e la sera…una combustione. Perché si sente genio e si occupa di public relations tra un ombrellone e un altro, sfoggiando un sorriso a trentadue denti e tralasciando la sua pelle chiara perché ” lui non si scotta mai”. Per poi ritrovarmelo davanti in farmacia, alle sette di sera a comprare foille-scottature spray. E fa lo splendido senza darsi mai per vinto, nonostante la carnagione del day after declinata sui toni del fucsia e del rosa barbie, lui non si arrende e torna in spiaggia, organizzando giochi e aperitivi all’insegna di un pazzo pazzo divertimento. Conosce tutti, dal bambino alla nonnetta, ed ovviamente se ne vanta, ma la sua preda è la stirpe femminile dai quindici ai quaranta (se non di più), meglio nota come conquista da spiaggia. Per quanto riguarda il look vedi tipo da spiaggia numero 3 ( lo sportivo), ma con un filo di pancetta in più.
Livello di rischio: 7,5. La troppa simpatia stroppia.

Font Tumblr
Alla prossima puntata.

2 Comments

  • 😀
    In queste foto mi ha fatto pensare che questa estate mi piacerebbe tanto comprare un paio di quei nuovi occhiali di D-squared…quelli tutti fluo…non so se hai presente. Li ho visti su una rivista in tutti i colori e sono davvero favolosi.
    Solo che io necessito di lenti graduate, quindi poi in inverno, che ci faccio co quei cosi? E poi semmai fosse, l’anno prossimo andranno comunque di super moda?
    Stavo pensando anche a chi dei tipi da spiaggia potrebbe essere il mio tipo….sai però che non lo so???
    Dilemma!!! :-S
    Baciii

  • smilingischic scrive:

    Divertente il tuo articolo Laura! come sempre ! E sinceramente leggendo la tua definizione mi sono passati davanti tutti gli esempi da te così ben descritti! un abbraccio
    Smilingischic/ Clothes & Smiles

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*