Una vera donna si vede dalle sopracciglia.

Senza vincoli di età. Indipendentemente dalla singletudine. Dall’essere sposate, accoppiate, madri o nonne.
Le donne, tutte, devono sapere… Che gli uomini, tutti, adotteranno l’opinione che tu hai di te stessa.
E che c’è una strada giusta per essere femmine.

Una vera donna si vede dalle sopracciglia.
Se sa alzarne uno solo con quella malizia di poche e se non esce da casa senza pettinarle, perché è il dettaglio che fa la differenza.
Se sa essere gentile ma forte, e se sa usare la sua femminilità a proprio vantaggio. Se la dignità prima di tutto. Se possiede quell’indolente nonchalance di chi indossa camicie da uomo e scarpe rosse con la stessa medesima grazia.
Se sa e comprende, perché la conoscenza è cultura, che nessun uomo al volante di una monovolume con la fede al dito o con uno zainetto alle spalle Baby-Bjorn con dentro un neonato, aveva in mente quell’obiettivo come prefissato.
Che Lui è un predatore e che Lei è la preda e glielo lascia credere, quindi non insegue, semmai scappa. Che il successo in amore non riguarda l’aspetto esteriore, piuttosto l’attitudine.
L’intuito di essere stronze abbastanza da non avere rispetto di ciò che la gente pensa di Lei. Di vivere secondo le sue esigenze. Di vestirsi secondo i suoi gusti e umori. Di tagliarsi la frangetta perché Le piace e di spennellarsi di rossetto la mattina presto perché è Lei che si vede meglio allo specchio.
Di giocare secondo le sue regole, perché molte donne mendicano dagli uomini qualcosa che potrebbero benissimo procurarsi da sole. Una vera donna è sincera, ma non rivela ogni cosa di se.
Si piace e gli altri lo percepiscono.
Si tocca collo e capelli come vizio impudico. E cammina con altrettanto capriccio, anche quando a stringare le caviglie sono scarpe androgine. Con quello stile che trasuda dagli abiti e dal profumo che non è mai banale come le sue parole, mai stucchevole nè emotivo. Piuttosto emozionale.
E sa ridere. Di sè, perchè è la sicurezza che le dà quel sorriso. La consapevolezza di bastarsi così tanto da diventare necessaria. Agli altri.

Liberamente ispirato a – Falli soffrire / Gli uomini preferiscono le stronze. – Sherry Argov
Credits Tumblr

4 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*